L'Ordine Certosino

Dove vivono i certosini

Il tipo di vita dei certosini, cioè l’equilibrio tra solitudine e comunità, determina la struttura fisica del monastero, vale a dire gli edifici che compongono ciascuna certosa, che sono sempre divisi in tre grandi aree :

  1. Il Grande Chiostro
    • Il Grande Chiostro raggruppa tutte le celle in cui i padri (o le monache del chiostro) conducono la loro vita solitaria. Talvolta si può trovare un secondo chiostro per i fratelli conversi (o le sorelle converse), per esempio nella Certosa di San José (monaci) e nella Certosa della Trinità (monache).
  2. I luoghi comunitari
    • Sono soprattutto la chiesa, il capitolo e il refettorio.
    • In questa parte del monastero si trovano anche alcuni luoghi di lavoro: la cucina, la lavanderia, ecc.
  3. I laboratori
    • I laboratori più rumorosi (la falegnameria, l’officina, la fattoria, ecc.) si trovano un po’ staccati dal resto della certosa per non disturbare il silenzio.
Certosa di Vedana
Certosa di Vedana

Ci sono "case grandi" (come la Gran Certosa, in Francia, con più di 30 celle, i cui attuali edifici risalgono al XVII secolo) e "case piccole" (come la Certosa di Portes, nel dipartimento di Ain, in Francia, che ha conservato l’aspetto delle prime certose, con le sue 12 celle raggruppate attorno al cimitero).

© 1998-2019 L'Ordine Certosino • Informazioni legaliContatti